Loading color scheme

Castrovillari, 1988.

 

Dopo la maturità scientifica e la laurea breve in Ingegneria Meccanica presso L’Università della Calabria, sente l'esigenza di dedicarsi esclusivamente alla ricerca artistica. 

Dotata di un fervido estro creativo, Deborah Graziano realizza opere scultorie di tendenza intimista, a metà tra allusione simbolica e resa realistica, concepite con un linguaggio estetico essenziale e di raffinato lirismo.

Spinta da una costante attività di ricerca e da un’acuta sensibilità, Deborah ha sviluppato un vocabolario visivo personalissimo, e una tecnica che ha il suo punto focale nell’utilizzo di materiali eterogenei, gesso, pellame, cera d’api, “oggetti di vita raccolta” assemblati secondo processi compositivi che riecheggiano il linguaggio tipico della poesia.

Le sculture polimateriche della Graziano possiedono una misura fortemente allegorica, rimandano ai concetti di tempo, di vita e di morte, di corporeità e di spiritualità, dell’arte come testimonianza dell’uomo, messaggera di una memoria personale e collettiva, creano un dialogo tra presente e passato, inducono alla nostalgia per l’infanzia e a una storia familiare, che si concreta nel richiamo a un immaginario antico.

 

 

Alessia Cortese

 

Leggi qui l'intervista pubblicata da Object Magazine

Scarica il suo Portfolio